UNA (2017) di Benedict Andrews

Opera prima e adattamento dello spettacolo teatrale BLACKBIRD del 2005 scritto dal drammaturgo scozzese David Harrower.
Un film che mette in scena un rapporto scomodo, scottante e pericoloso tra Una e Ray in due linee temporali diverse. Il presente, quando lei ventisettenne incontra un uomo cinquantenne, conosciuto in un passato nel quale viene mostrato il rapporto di lei tredicenne con questo misterioso uomo dalla doppia identità. Gli eventi, narrati attraverso i ricordi dei due protagonisti con dialoghi e rivelazioni sempre più sconvolgenti finiranno per trascinare lo spettatore su terreni minati, mostrando un coraggio nella narrazione e nella presentazione della storia d’amore tutt’altro che scontato e banale. La ricerca di una giustificazione, di una non catalogazione del mostro pedofilo parte da lontano, da un destino in apparenza inevitabile giustificando situazioni e scabrosi passaggi come il processo, la dichiarazione d’amore di una tredicenne per un quarantenne, gli incontri segreti e ovviamente i riflessi e le ripercussioni a distanza di quasi quindici anni, nelle loro nuove vite.

Riuscire a non rendere offensivo e spiacevole questo tema, ripreso dalla succitata opera, avviene proprio grazie al parallelo tra le due anime tormentate nel presente, in quanto il divieto, senza scuse, del passato improponibile appare fumoso nel loro presente. A spiazzare il finale, che regala una macchia nera, un dubbio e un’amara considerazione sul presente di Ray. Uno scossone inaspettato che ribalta, forse, tutto il castello di giustificazioni costruite attorno all’amore impossibile di Una.
Musiche mai invadenti e sempre in linea con gli eventi e flashback narrati, fotografia cupa e oscura nel presente opposta a quella luminosa del passato, recitazioni di livello assoluto da parte degli attori (tre) che interpretano i protagonisti ed un finale straniante che non dissolve affatto le nebulose mostrate lungo la pellicola, destinata a ritagliarsi nel tempo uno spazio di rilievo nel sottogenere drammatico che tratta il tema maledetto della pedofilia. Promosso! VALUTAZIONE 9/10

H.E.

COMPLETO SUB ITA: UNA

Precedente THE ARENA (LA RIVOLTA DELLE GLADIATRICI) del 1974 di Steve Carver & Joe D'Amato Successivo THE INVISIBLE WAR (2012) di Kirby Dick