4 MESI, 3 SETTIMANE, 2 GIORNI (4 luni, 3 săptămâni și 2 zile) del 2007 di Cristian Mungiu

Nella Romania di fine anni ’80, gli ultimi della dittatura di Ceaușescu, seguiamo le vicende drammatiche di una storia illegale, dolorosa e triste, raccontata con estrema lucidità.
Otilia e Gabita, due ragazze che dividono la stanza in un pensionato universitario di Bucarest, quando scoprono che una delle due è incinta inizia per loro il calvario per trovare il modo di abortire illegalmente. Riescono così a rintracciare un fantomatico ‘dottore” Bebe, specializzato negli aborti illegali…..

Film che tocca e narra un tema delicatissimo come l’aborto e che divide l’opinione pubblica, non solo in Romania, oramai da secoli. La storia, ambientata in un periodo cupissimo della storia rumena, viene mostrata con una crudeltà e freddezza quasi documentaristica e con una regia semplice ma efficace, che mette terribilmente a disagio per tutta la sua durata.
La stanza d’albergo rappresenta migliaia di stanze segrete e oscure che hanno popolato l’est europeo nel periodo comunista, soffocato da regimi militarizzati e dediti alla copertura della “sporcizia” sotto il tappeto e del silenzio ad ogni costo.
Un film che non nasce per piacere, in quanto glaciale e con una tensione fastidiosa sempre presente, ma affronta un tema spinoso senza fronzoli o pacche sulle spalle, colpendo maledettamente forte alla stomaco. La scena del bagno nel finale è raggelante e tra le più agghiaccianti della storia del cinema recente, stesso discorso per i dialoghi privi di calore umano del ‘dottore’ Bebe.
Un capolavoro forse non per tutti, ma che tutti devono vedere.
VALUTAZIONE 9,5/10

H.E.

COMPLETO (italiano): 4 MESI, 3 SETTIMANE, 2 GIORNI

Lascia un commento

*