)) <> (( ME AND YOU AND EVERYONE WE KNOW (2005) di Miranda July

Filmone indipendente che narra con estrema leggerezza le storie di diversi personaggi. Adulti, bambini ed adolescenti, dove la solitudine e l’incomunicabilità padroneggiano alla grande. Tutti i personaggi di questa stroia sono inadeguati e sofferenti nella parte che devono recitare nella loro vita, nella quale non esistono certezze o sicurezze, ma solo illusioni, virtuali o fantastiche.
Trama: Christine è un’artista visiva, che si guadagna da vivere facendo la tassista per anziani e vive da sola in attesa che le sue opere vengano apprezzate. Per caso incontra Richard, commesso in un negozio di scarpe reduce dalla recente separazione con la moglie e con due figli a carico, Peter e Robby. Fra i due scatta un colpo di fulmine, ma mentre Christine è pronta ad abbandonarsi al sentimento, Richard, ancora scottato dalla rottura con la moglie, è più prudente. Intorno a questa storia d’amore che stenta a decollare si muovono una serie di personaggi in qualche modo legati ai due protagonisti: i due figli di Richard che passano il tempo a chattare pericolosamente su internet e non riescono a comunicare col padre, Rebecca e Heather, due adolescenti alla scoperta della loro sessualità ad ogni costo ed infine la piccola Sylvie che mette da parte il corredo per quando sarà sposata……

Un dramma con elementi bizzarri e divertenti ma anche inquietanti che affronta con estrema lucidità i problemi della famiglia e degli adolescenti americani dei nostri giorni, mettendo letteramente il dito sulla piaga, ovvero la fragilità emotiva e di personalità dell’era moderna. Basta vedere la primissima sequenza dle film, un padre costretto a bruciarsi una mano per attirare l’attenzione tanto desiderata dai figli minorenni, che preferiscono chattare pericolosametne con degli sconiosciuti di feci spalmate sul corpo )) <> (( …… :/ (solo vedendo il film conoscerete il significato di questa particolare simbologia 🙂 ).

Nel film un ottimo John Hawkes ed una giovanissima Najarra Townsend, futura protagonista di ‘Contracted’, body horror del 2013. Una pellilcola che non sfigura per tematiche con i capolavori di Todd Solondz, film ironici e pungenti sulle famiglie americane ma dove la felicità non esiste, ma è una spanna sotto i vari ‘Happiness’ e ‘Life During Wartime’, in quanto si tratta di un’opera prima, con i tutti i pregi ma anche i difetti del caso.
Un piccolo gioiello purtroppo poco conosciuto. Più che consigliato. VALUTAZIONE 8,5/10

H.E.

COMPLETO (italiano): ME AND YOU AND EVERYONE WE KNOW

Precedente KEYHOLE (2011) di Guy Maddin Successivo HUNTERS (2016) di Adam Ahlbrandt