BANNED IN AMERICA – SERIE COMPLETA (I-II-III-IV-V-VI)

BANNED IN AMERICA I-VI, una delle migliori serie di doc shock di sempre. Tutto reale, estremo e con la violenza (principalmente americana) mostrata senza censura. Ecco di seguito una breve descrizione dei 6 capitoli, mentre alla fine troverete completi tutti e sei i capitoli BIA:

 

BANNED IN AMERICA Vol. 1 (1998)
Primo shockumentary di una raccolta arrivata ormai al sesto capitolo. Pur riprendendo alcuni video da altri documentari sulla morte (‘Banned fron TV’ e ‘Many Taboos of the death‘), inizia in maniera pesante, con un suicidio ripreso da un elicottero, un cecchino che fredda uno psicopatico mentre tiene in ostaggio una donna e una sequenza, ripresa probabilmente in qualche paese africano durante una guerra civile, dove il malcapitato di turno viene prima catturato per poi subire l’amputazione a vivo dei vari arti. In tutto sono 46 min e circa 30 video diversi, ripresi da cinegiornali, videocamere di sorveglianza e riprese da videoamatori. Tra i peggiori, oltre a quelle citate, una brutale decapitazione, un suicidio ripreso in diretta, e le esecuzioni riprese in varie parti del mondo, senza alcuna censura. Per la gioia degli animalisti anche dei video con protagonisti degli animali, polli decapitati, macellazione di bovini e ovini, combattimento tra cani e altro ancora. Per finire una serie di immagini di morte, parecchio raccapriccianti e sconsigliate alle persone facilmente impressionabili, tra le tante la celebre morte della principessa Diane Spencer. Purtroppo questo, come altri doc sulla morte, non fa sconti e mostra che merda c’è fuori dalla nostra porta. Non è tra i ‘peggiori’ di sempre, soprattutto se confrontato con gli altri capitoli di BANNED IN AMERICA, molto più pesi e violenti. VALUTAZIONE 7/10

 

BANNED IN AMERICA II (1998)
Il secondo capitolo alza di brutto il livello del sangue e del marciume, con una quantità industriale di frattaglie umane. Le visioni di decapitazioni, corpi maciullati e teste frantumante ci faranno passare la voglia di uscire di casa. Come spesso accade con questi shockumentary, la prima sequenza è quella più tremenda e devastante visivamente. Un ragazzo finisce incastrato sotto un’ascensore. Non solo muore subito, ma il corpo viene fatto a brandelli. La calma dei soccorritori, che mostrano le braccia mutilate del poveretto, a mo’ di trofeo, ci lascia inorriditi e parecchio schifati. Autopsie, incidenti stradali terribili, decine e decine di corpi fatti a pezzi, causa bombe o disastri naturali, rischiano di farci perdere l’appetito per sempre. Incredibilmente ci sono anche dei momenti bizzarri, se cosi possiamo definirli. Uno su tutti vede un gruppo di amici prendere in giro un tossico, incendiandolo, con un accendino e del liquido infiammabile, un poco alla volta, e prendendolo in giro per tutto il tempo. Per fortuna non lo bruciano, ma il personaggio maldestro ha rischiato di brutto. Qualche scena con animali, tori e combattimenti tra cani, disastri aerei e altre sequenze al limite completano questo secondo capitolo. Immancabile anche un mega pestaggio di un motociclista da parte una dozzina di poliziotti incazzati. Se avete visto il primo capitolo, questo number two non può mancare. VALUTAZIONE 7,5/10.

BANNED IN AMERICA III (1999)
Se mai ci sarà (speriamo di no) una mia top 5 con i più malsani shockumentary di sempre, questo terzo capitolo della serie BIA non solo sarà citato, ma rischia di posizionarsi al numero uno. Come gli altri capitoli, pure questo raccoglie una serie di video (sempre e rigorosamente reali) ripresi da video amatoriali e cinegiornali, provenienti da paesi ed epoche diverse. Ecco di seguito una piccola descrizione dei più estremi video presenti nel doc:
– Un poliziotto, pistola in pugno, ferma due sospetti seduti su una motocicletta. Quando tenta di prelevare l’arma ad uno dei due, questo reagisce, costringendo il poliziotto a svuotare il caricatore della sua colt a distanza ravvicinata.
– In un luogo imprecisato vediamo delle persone fare a pezzi dei cadaveri, dopo un rito funebre, e darli in pasto a degli avvoltoi.
– vediamo persone dissetarsi con il sangue di mucche appena sgozzate
– cinque ragazzone pestare allegramente una loro minuta coetanea
– fotogrammi di un uomo ed una donna fa fuori, segare, mutilare e decapitare un uomo baffuto e posare sbeffeggiandolo senza alcuna pietà (il peggiore in assoluto)
– il suicidio di un ragazzo con un colpo di pistola alla tempia
– l’immancabile corsa dei tori, dove un turista idiota viene incornato brutalmente e lanciato per aria
– una lotta indecente, messa in piedi solamente per sollazzare i ricconi e potenti di turno, tra un orso e due pitbull
– due uomini in spiaggia si massacrano di botte
E poi ancora: autopsie, esecuzioni di massa,omicidi, suicidi, incidenti stradali ed aerei mortali, automutilazioni e tantissimo altro ancora. Naturalmente sconsigliato.
VALUTAZIONE 8,5/10
BANNED IN AMERICA IV (1999)
Altro capitolo malsano della serie BIA. Siamo quasi ai livelli estremi del terzo capitolo per quanto concerne atrocità e facce della morte presenti, quindi siamo sempre a livelli del degrado e disgusto visivo elevatissimi.
Sempre video reali al 100% e senza censura.
Ecco di seguito i peggiori frammenti video presenti in questo capitolo:
– un motociclista maciullato tra un palo e la rete di recinzione
– una ragazza dissetata che beve allegramente urina (spero ghiacciata almeno  )
– l’immancabile corsa di tori…l’ennesimo macello di cretini
– una sparatoria stile far west in un parcheggio negli USA
– un uomo incastrato con le braccia in un macchinario industriale
– bambini che mangiano scorpioni e pipistrelli vivi
– polizia incazzata con dei manifestanti…e di brutto
E poi: autopsie, incidenti mortali, suicidi, esecuzioni di massa e altre morti da brivido.
Stavolta ci sono anche un paio di filmati simpatici: delle suore che praticano arti marziali ed un signore, ripreso di nascosto, che ama indossare l’intimo della moglie .
Come sempre…sconsigliato ai deboli di cuore
VALUTAZIONE 8,5/10
BANNED IN AMERICA V (2000)
Questo quinto, nonostante il titolo, non è l’ultimo capitolo della serie BANNED IN AMERICA. Nel 2012 è uscito il 6° capitolo dedicato in parte all’11 settembre americano ed all’attacco terroristico avvenuto al World Trade Center di New York (ved. il post dedicato sempre in questa pagina).
Con questo 5° capitolo, della durata di 60 min esatti, veniamo catapultati in un vortice deviato, malsano e abominevole di atrocità, che raccolgono foto e video reali, sempre senza censura, ripresi da cineamatori o cinegiornali degli anni ’90. La maggior parte sono inediti, mentre alcuni sono ripresi dai precedenti BIA od altre serie di shockumentary (TRACES OF DEATH, BANNED FROM TV ect ect)
In ordine cronologico ecco i video presenti in questa raccolta di morte, di persone disturbate ed altri video shock:
– il suicidio di un uomo orientale gettatosi da un palazzo
– esplosione di un aereo da caccia
– un deficiente che si spacca delle bottiglie vuote in testa
– corpo di una donna in avanzato stato di decomposizione
– un senzatetto che vomita l’anima
– una serie di incidenti stradali mortali con diversi corpi spappolati
– violenza e maltrattamenti sugli animali (canguri, bovini, ovini e galline)
– diverse ‘facce delle morte’ ed autopsie su cadaveri, comprese le fotografie originali quelle del presidente americano John Fitzgerald Kennedy assassinato a Dallas nel 1963
– una mega rissa in un campo di hockey
– una donna trovata morta in salamoia all’interno di un’anfora
. un neonato affetto da ittiosi arlecchino (video ripreso da DEATH FILE RED)
– un’abominevole sequenza di un aborto
– diversi corpi mutilati di persone vittime di omicidi brutali
Questo ed altro ancora per uno dei capitoli più oscuri ed aberranti della serie BIA. Shockumentary pesissimo, da vedere assolutamente nelle notti insonni. VALUTAZIONE 8/10
BANNED IN AMERICA VI (2012)
Tra centinaia di anni, se l’umanità non esploderà prima, quali eventi saranno ricordati del secolo in corso? Tra i primi 4/5 sicuramente l’11 settembre americano del 2001, giorno degli attentati con aerei di linea alle torri gemelle di New York e al pentagono, simboli economici e militari a stelle e strisce. L’ultimo BANNED IN AMERICA datato 2012, ripercorre quei momenti con una serie di filmati terribili e carichi d’angoscia, senza didascalie o narrando eventuali complotti, mostrando l’impatto degli aerei sulle torri e i momenti successivi, con la sola forza brutale delle immagini video. Il resto del documentario non si limita solo a questo, nel corso dei 47 minuti vengono mostrati, oltre agli attacchi alle TWIN TOWERS, diversi filmati reali, ripresi dai cinegiornali e video camere di sicurezza, con suicidi, cecchini della polizia implacabili, gente ustionata e diverse morti brutali, causate spesso da colpi di arma da fuoco ravvicinati.
Tra le più sequenze più terribili anche diversi video con immagini di guerra civile e non degli anni 2000, senza censura e in tutta la loro tragica ed orrenda realtà. Uno schockumentary da pelle d’oca che spaventa, intimorisce e che segna l’inizio di un’epoca, come vediamo oggi, carica di paura e di insicurezze. Mi vengono in mente le parole profetiche di Gerardo Sperandini, protagonista del docu-film L’IMPERATORE DI ROMA: ‘er mondo sta impazzendo’….avevi ragione Gerry……avevi maledettamente ragione  ! VALUTAZIONE 8/10
H.E.
SERIE COMPLETA:
Precedente OLDBOY (2003) di Park Chan-wook Successivo PINK FLAMINGOS (1972) di John Waters