BEFORE THE RAIN (Prima della pioggia) del 1994 di Milcho Manchevski

La guerra genera violenza, la quale genera odio finendo in un vortice circolare senza fine, destinato a ripetersi all’infinito, dove la pace è un’eccezione e non la regola. Questo è BEFORE THE RAIN, un ‘opera internazionale del regista macedone Manchevski composta da tre episodi, collegati tra loro, narrati in maniera atemporale e che si prendono gioco del tempo e dello spazio.

Nel primo episodio, PAROLE, in un piccolo monastero in Macedonia, una ragazza albanese, braccata da un gruppo armato di macedoni, trova rifugio in un piccolo monastero e viene protetta e nascosta da un giovane monaco, Kiril,

Nel secondo, VOLTI, Anne, photo-editor in un’importante agenzia di Londra, è inorridita dalle foto di guerra che gli giungono da tutto il mondo e si trova in un conflitto interiore sentimentale. da una parte suo marito Nick, un uomo inglese e benestante, dall’altra Aleksander, un fotografo di guerra temerario e affascinate sempre in viaggio, a caccia di foto drammatiche e impressionanti.

L’ultimo, FOTOGRAFIE, vede protagonista Aleksander, desideroso di ritornare nella sua terra, la Macedonia, abbandonata da ragazzo per seguire il suo lavoro in giro per il mondo. Ritroverà un paese cambiato, dove l’odio e la rabbia tra le varie etnie, macedone e albanese, non vede altra soluzione se non l’uso della violenza e della vendetta ad ogni costo.

Milcho Manchevski presenta una visione personale delle guerre jugoslave marginali, utilizzando paradossi temporali circolari destinati ognuno a sfociare inevitabilmente in un mare di sangue e collegando in maniera intelligente e originale i tre episodi ed i loro tre protagonisti. Fino alla fine lo smarrimento è inevitabile, ma questa originale quanto anonima visione dell’intreccio tra i sentimenti di odio e amore rappresenta l’arma vincente per mettere in luce tutto l’orrore delle faide e guerre nascoste che difficilmente rimangono nei libri di storia, ma sono quelle che distruggono l’umanità delle persone e provocano la disumanità e l’intolleranza tra i popoli che convivono nello stesso territorio, in questo caso l’immensa penisola balcanica.

Uno dei ‘dramma di guerra’ più potenti e significativi del cinema, destinato a colpire forte quando meno te lo aspetti. Per cogliere ogni aspetto significativo, il film necessità di un’attenzione visiva importante e non superficiale, perché tralasciare anche il più piccolo dettaglio rischierebbe di rimanere insoddisfatti e perplessi a fine visione. Cast di prim’ordine dove Rade Serbedzija, nei panni di Aleksander, regala una performance poderosa ed indimenticabile. Una triplice tragedia, che culmina sempre prima dell’arrivo di una pioggia sinistra, da vedere e rivedere più volte. VALUTAZIONE 10/10

H.E.

COMPLETO (italiano): BEFORE THE RAIN 

DVD: PRIMA DELLA PIOGGIA 

Precedente THE VILLAINESS (Ak-Nyeo) del 2017 di Byung-gil Jung Successivo THE BOYS FROM BRAZIL (I RAGAZZI VENUTI DAL BRASILE) del 1978 di Franklin Schaffner