BRIDGEND (2015) di Jeppe Rønde

bridgend-316885-poster

 

BRIDGEND (2015) di Jeppe Rønde

Le varie religioni si adoperano da millenni nel cercare ed autoconvincersi di trovare o creare il passaggio per il paradiso.
La realtà nuda e cruda, fatta solo di statistiche, non ci aiuta a dare una risposta alla domanda fatica su cosa troviamo dopo la morte, ma forse ci indica un luogo che non ha nulla a che fare con il paradiso, ma bensì con l’inferno e la sua presunta porta.
Questo luogo macabro si trova probabilmente in Galles, e più precisamente nei boschi delle colline di Bridgend County che circondano la piccola cittadina di Bridgend (ponte + fine…. un nome che dice tutto).
Questo film, opera prima come lungometraggio del regista danese Jeppe Rønde, si basa su una serie di misteriosi eventi che hanno coinvolto decine e decine di giovani della succitata comunità.
Da vent’anni circa si sono suicidati decine di giovani, ed in particolare, statistica riportata nel film, ben 79 hanno trovato abbracciato la morte con il suicidio dal 2007 al 2012….e continuano a farlo tutt’ora.
La morte, come la vita, affascina, ed il regista danese, noto documentarista, era andato in questo luogo, tristemente noto, per realizzare un documentario su questi eventi nefasti. Solo successivamente ha preso corpo l’idea di realizzarne un film.

 

b2 b3

Opera prima fenomenale, con una lentezza robusta e mai stanca in linea perfetta con gli eventi narrati. Riti giovanili tutt’altro che banali rappresentati in maniera potente e coinvolgente, come fossero tramandati da millenni, dove il disagio e l’inquietudine non molla mai la presa, accompagnandoci per tutta lal durata della pellicola. La scena iniziale mette subito le carte in tavola su cosa ci aspetta in seguito, con la morte sempre protagonista, guida assoluta del destino di questi giovani senza speranza. Presenza costante e simbolo del paganesimo un cane, un guardiano della vita e soprattutto della morte. Esaltante e liberatoria la scena finale che riporta inevitabilmente alla memoria un altro film che contrappone la religione cristiana al paganesimo, la natura alla tecnologia, ovvero THE WITCH.
In questo come nel film Robert Eggers, tocca ahimè solo a noi spettatori dare un giudizio ed una spiegazione agli eventi narrati, cosa non gradita alla maggior parte delle persone, desiderosa, come quando va in chiesa, di avere solo risposte e non porsi domande pericolose o scomode.

 

b5

b1

Un’opera intensissima e drammatica veramente potente nella narrazione, nelle sequenze e nell’estetica, che mette in luce il valore della vita, dei rapporti familiari, delle amicizie e delle regole non scritte……spesso pericolose. Filmone! VALUTAZIONE 9/10

H.E.

COMPLETO SUB ITA: BRIDGEND + SUBITA

b8

 

 

I commenti sono chiusi.