CAPTURING THE FRIEDMANS (Una storia americana – Capturing the Friedmans) del 2003 di Andrew Jarecki

Un documentario molto dettagliato che mette in evidenza la storia di una famiglia americana anni ’80 della classe media che è lacerata quando il padre Arnold, brillante insegnante di pianoforte ed informatica, e suo figlio Jesse sono accusati di aver abusato sessualmente di numerosi bambini.
La vita passata della famiglia Friedmans, composta da Arnold (Arnie), la moglie ed i loro tre figli, David, Seth e appunto Jesse viene svuotata, indagata e finisce sotto i riflettori. Nel documentario vediamo e sentiamo centinaia di interviste, video della famiglia e analisi della procedura della polizia. Nonostante l’imponente quantità d’informazioni la verità appare sempre fumosa ed i dubbi sembrano crescere in quantità industriale.
All’inizio del film vediamo la polizia che, dopo una perquisizione a casa Friedmans, scova dietro il pianoforte di Arnold numerose riviste pedo-pornografiche. Da li in poi inizia una serie di indagini della polizia sui bambini alunni di Arnorld. L’accusa di abusi su minori diventa una mannaia terrificante che coinvolge anche Jesse, citato da alcuni bambini come partecipe e complice del padre nelle molestie. La famiglia è destinata a dividersi, da una parte i due fratelli di Jesse, soprattutto David, i quali sono convinti dell’innocenza del padre e del fratello, mentre la madre si allontana da loro e cerca, anche se non subito, di prenderne le distanze.

Nulla sarà risparmiato del passato di Arnold, tutt’altro che limpido e piacevole (era un pedofilo e su questo non ci piove), mentre la comunità ferita e colpita al cuore, causa un’isteria di massa e di auto convinzione degli eventi oggetto dell’inchiesta che scuote lo spettatore, spesso passivo di fronte ai fatti di cronaca, soprattutto quando appaiono scontati nell’analisi giornalistica. L’assenza di prove concrete e di pressione psicologica ai presunti colpevoli è allucinante, quasi quanto le accuse. Come nel film canadese BLACKBIRD (2012, Jason Buxton) il desiderio forcaiolo della società desiderosa di giustizia e non di verità, rende difficile distinguere le vittime dai carnefici. Notevole, inquietante ed imperdibile. VALUTAZIONE 8,5/10

H.E.

COMPLETO SUB ITA: CAPTURING THE FRIEDMANS 

I commenti sono chiusi.