CASTING JONBENET (2017) di Kitty Green

L’America a stelle e strisce colpisce ancora una volta nel panorama “documentari drammatici”. Dopo l’enorme TOWER dell’anno scorso, ecco un altro lavoro documentaristico, originale e spiazzante, su uno dei fatti di cronaca nera che più hanno scosso e diviso l’opinione pubblica americana negli anni ’90: l’omicidio della piccola reginetta di bellezza JonBenét Patricia Ramsey. Fu trovata morta all’età di sei anni nella cantina di casa, quasi otto ore dopo la denuncia di scomparsa. Sul corpo c’erano fratture e segni di molestie sessuali. La piccola era stata colpita alla testa e poi strangolata. Ad oggi rimane tuttora irrisolto e continua a generare l’interesse dei media come dimostra questo straordinario documentario.

Kitty Green si dimostra coraggiosa e intelligente nel creare un’opera innovativa, tralasciando momenti strazianti e devastanti, ma canonici, alla ‘DEAR ZACHARY’, costruendo un castello che miscela emozioni, realtà, finzione e sovrapposizioni di personalità differenti mostrando punti di vista ed esperienze diverse del tragico evento. Il documentario presenta diversi aspiranti attori per un ipotetico film sulla storia di JonBenét Patricia Ramsey. Improbabili attori nei ruoli della bambina, dei suoi genitori, del fratello e dei principali e secondari protagonisti contorno di questa tragica storia. Un enorme e multiplo cast che ricorda vagamente alcuni passaggi del film ‘SYNECDOCHE, NEW YORK’ di Charlie Kaufman, per il continuo accavallarsi di situazioni e medesimi personaggi con interpreti differenti.

Gli aspiranti attori rivivranno, sovrapponendosi continuamente nei diversi ruoli, quegli attimi sconcertanti, della scoperta del corpicino in cantina, dei loro fragili rapporti familiari attraverso i fatti storici e scoperte sconcertanti, finendo per mescolare la cronaca con le proprie esperienze personali. Una fredda razionalizzazione di un evento macabro e sconvolgente vissuto come una soap opera a teatro. Alcuni saranno coinvolti nei panni dei vari protagonisti, altri distaccati, altri ancora non si vergogneranno a raccontare particolari scomodi del loro passato. Una visione tridimensionale e dall’alto del macabro evento, quasi un terzo occhio sconosciuto al mondo dei mass media, avvoltoi rapaci di notizie e spesso forcaiolo ad ogni costo.

CASTING JONBENET appare come un documentario teatrale unico nel panorama cinematografico moderno. Difficile da seguire, dove dolore, ironia, stupore, paura e provocazioni faranno capolino in maniera alternata e altalenante più volte, mostrando la difficoltà, attraverso una finzione a labirinto, nel mostrare quella verità purtroppo irraggiungibile ed inafferrabile. Notevole! VALUTAZIONE 8,5/10

H.E.

COMPLETO: CASTING JONBENET

Precedente BANSHEE CHAPTER (2013) di Blair Erickson Successivo ARES (2016) di Jean-Patrick Benes