DEFENCELESS: A BLOOD SYMPHONY (2004) di Mark Savage

14100357_234111350323102_2617581975314411535_n

Rape&revenge australiano, con il classico stupro e successiva vendetta, molto indie e coraggioso. Se non nella sostanza lo è senza dubbio nella forma, in quanto è privo di dialoghi. E’ possibile realizzare un R&R muto? Mark Savage ci prova, ed il risultato riesce a metà, non certo per colpa sua. Il film è un low budget, e si vede, però la quantità di mazzate morali e fisiche subite dalla protagonista sono tante, feroci e senza pietà.
Urla, lame e violenza sono accompagnate da sublime musica classica, connubio anomalo forse però riuscito, mentre la fotografia e l’atmosfera sono simili a quelle delle opere del tedesco M.Dora, quindi abbastanza inclini al disagio.

14021721_234111433656427_6501403536465899484_n 14022104_234111470323090_9212075166398755903_n 14040096_234112336989670_3166453448310408705_n14045702_234111683656402_2579756855180815378_n

lizabeth Peace è una donna felicemente sposata, con un marito devoto ed uno splendido bambino. Degli impresari senza scrupoli vogliono acquistare la sua proprietà nella spiaggia per costrurci un’enorme grattacielo, ma lei rifiuta. La risposta di questi criminali senza scrupoli sarà crudele, uccideranno il marito. Per proteggere il figlio decide di nasconderlo da dei parenti. Successivamente Elizabeth incontra e si innamora di una donna. Quest’ultima subirà la stessa sorte del suo defunto marito. Elizabeth non trova pace, però non cede e non firma la cessione della sua proprietà, costringendo gli impresari a non fermarsi davanti a nulla per ottenere quella firma….la scintilla che scatterà in Elizabeth e la porterà a vendicarsi, sarà la conseguenza di un’ulteriore doppia tragedia, che scatenerà la belva finora nascosta dentro di lei.

14045980_234111436989760_2581391305747816931_n 14046069_234111710323066_8152120935412967681_n 14064235_234112370323000_1370523763973010893_n 14095767_234111490323088_3732173762534674340_n

Il rape ci sarà, violento e brutale, mai quanto la sorte che subisce chi sta al fianco di Elizabeth…..con sequenze molto forti, viste od immaginate.
Tensione e rabbia non conoscono tregua e ci accompagneranno per tutto il film, con dei discreti momenti drammatici che lasciano comunque qualche rimpianto. Qualche dollaro in più nelle tasche del regista Savage avrebbe permesso a tutti noi di visionare e godere di un film ancora più potente visivamente ed emotivamente. Promosso, perché la visione scorre via veloce, senza noia ed è godibilissima. VALUTAZIONE 8/10

H.E.

COMPLETO: DEFENCELESS: A BLOOD SYMPHONY

14102241_234112123656358_4521483841946925016_n

Precedente THE BEAST PAGEANT (2010) di Albert Birney & Jon Moses Successivo MARWENCOL (2010) di Jeff Malmberg