FACING REALITY (2010) di Brian Gibson

facing1

ATT.NE CONTIENE SPOILER

Direttamente dai sotterranei più malsani ed oscuri del WWW ecco uno shockumentary terrificante ed agghiacciante, con scene raccapriccianti che sembrano sputate fuori del peggiore degli inferi. Purtroppo nessuna fantasia dantesca ma solo sequenze reali ed abominevoli tra le peggiori catturate nel cyberspazio più estremo, raccolte in un unico video antologico della morte e che mostrano esecuzioni, omicidi ed incidenti stradali mortali con devastazioni corporee al limite del guardabile. Dopo un inizio confusionario, con un uomo dal volto sfigurato e con il cranio aperto e pochi titoli iniziali, che mettono in guardia su cosa ci aspetta, inizia questo collage allucinante, con didascalie che indicano a volte anno e luogo del misfatto.

f1 f2 f4

Si inizia con uno dei video più atroci di questo mix bestiale. Siamo in Ucraina, nel 2007. Una banda di teppisti giovanissimi prende di mira un senzatetto che sta dormendo in una discarica abusiva in mezzo ai boschi. Dopo avergli massacrato il cranio ed il volto, iniziano ad aprirgli la pancia con un coltello e non soddisfatti di tali atrocità, iniziano a sbucciargli il viso mentre sentiamo il malcapitato lamentarsi ed incapace di difendersi da questi disgraziati, i quali se la ridono allegramente.

f10 f12facing4

Ci spostiamo poi in russia, dove assistiamo ad una doppia esecuzione mediante decapitazione a vivo di due ragazzi ad opera di un gruppo paramilitare neonazista. Se pensiamo di aver già visto il peggio…ci sbagliamo. Ci spostiamo in Afghanistan ed assistiamo ad una esecuzione di massa, con una serie di decapitazioni da brividi, mentre centinaia, forse migliaia, di talebani esultano festanti ed euforici come delle scimmie in calore.  Torniamo in medio oriente per una abominevole esecuzione di massa, con corpi fatti a pezzi ed immancabili, teste volanti.

f7 f13 f14

Dopo questo tour de force, passiamo a delle sequenze video insostenibili, con corpi e volti dilaniati probabilmente da granate o armi da taglio, ed altri devastati da incidenti mortali, con corpi spezzati a metà e ridotti in frattaglie. Nella seconda parte, accompagnati sempre da una musica funebre ed inquietante, assistiamo ad una furiosa guerra civile in un paese indefinito con uomini bruciati a vivo, una decina di corpi senza testa e ci inoltriamo nel filmato più lungo presente in questo collage da panico, ambientato in Cecenia nel 1999. Assistiamo, ormai corazzati allo stomaco dopo quanto visionato, ad una serie di esecuzioni dei presunti soldati russi da parte dei guerriglieri ceceni. Le urla dei soldati vi tormenteranno a lungo, questo è poco ma sicuro!

f17 f22 f23

Uno shockumentary estremo da vedere tutto d’un fiato, che mostra senza censura o presentazioni assurde il male assoluto, che esiste ed è reale perché non ha la coda o le corna, ma le fattezze di essere umani senza alcun rispetto della vita ed ancor meno della morte! Maledettamente pesanti e destinate a fa stringere lo stomaco le urla e gli sguardi delle vittime di questi carnefici e signori della morte! Sconsigliato ai deboli di cuore e di stomaco!!! VALUTAZIONE 9/10

H.E.

COMPLETO: FACING REALITY

facing2

 

 

 

 

 

 

Precedente VISCERAL: Entre las cuerdas de la locura/Between the Ropes of Madness (2012) di Felipe Eluti Successivo ALYSSA: Portrait of a teen killer (My Name is ‘A’ by Anonymous) del 2012 di Shane Ryan