HATED: GG Allin & the Murder Junkies (1994) di Todd Phillips

Un giovanissimo Todd Philips sfornava quindici anni prima del suo più grande successo “UNA NOTTE DA LEONI” (The Hangover), uno dei documentari più tosti, esplosivi ed estremi in assoluto. Poco più di 50 minuti del leggendario cantante e musicista ‘Kevin Michael GG Allin’, dei suoi concerti, della sua vita passata e finale, con i suoi fedelissimi in un vortice di “fanculo al mondo” unico ed irripetibile, con liquidi corporei in quantità esagerata, auto mutilazioni, scazzottate memorabili e deliri assoluti dell’ultimo, e forse unico, vero animale bestiale del palcoscenico del punk, e non solo, che sia mai esistito, il ‘dio’ GG Allin.
Messia per alcuni, psicopatico per altri, tossico marcio e fenomeno da baraccone per altri ancora, ma nessuno poteva ignorare il ciclone GG Allin, contro tutti e tutto, contro il sistema ed il mondo che lo circondava. Curioso il non analizzare e giudicare il personaggio da parte di Philips, suo fan senza dubbio, mostrando quanto più possibile le performance, le interviste ed aneddoti del suo passato.
Forse un approfondimento sul padre avrebbe reso ancora più interessante il doc, ma alla fine va bene anche così.

Assurde anche le sequenze video del suo funerale, con il fratello, figura cardine nella vita di Allin, ed i suoi amici e componenti delle band che organizzano un party esagerato e macabro, proprio in stile GG Allin (il quale morì a New York il 28 giugno 1993 per overdose)
Vedere banane e bottiglie infilate su per il culo, piogge dorate condite con il vomito, merda spalmata in faccia, ragazze prese a pugni da Allin lascerà interdetti e forse schifati, ma anche divertiti, durante la visione di questo documentario unico sul punk rocker più vero e leggendario che sia mai esistito. Documentario bomba super consigliato! VALUTAZIONE 9/10

H.E.

COMPLETO SUB ITA: HATED: GG Allin & the Murder Junkies

I commenti sono chiusi.