JE NE SUIS PAS UN SALAUD (2016) di Emmanuel Finkiel

Film superbo che racconta con lucida realtà la spirale fuori controllo di un uomo che odia e invidia il prossimo, in particolare chi nella vita ha avuto successo e riesce a ritagliarsi uno spazio importante nella società. Un’impotenza sociale e caratteriale destinata ad implodere nella mente fragile del protagonista per poi esplodere in maniera inevitabile e improvvisa tutta la tensione accumulata, non solo da parte sua, ma anche da parte nostra, letteralmente coinvolti in questa crescente visone paranoica..
Eddie, un uomo separato, disoccupato con l’unico hobby del tiro a segno con la pistola, una sera è aggredito con brutalità da alcuni balordi. Quando la polizia gli mostra gli indiziati lui denuncia Ahmed, pur sapendo che non c’entra niente con l’aggressione. Il giovane magrebino viene arrestato, mentre Eddie riprende il suo difficile rapporto con la moglie e il figlio. Presa coscienza della gravità del suo gesto, Eddie si fa in quattro per ristabilire la verità dei fatti, anche a costo di perdere tutto….

Uno dei thriller/drama più coinvolgenti del cinema recente, sulla falsa riga del revenge-movie SAVAGE di Muldowney, ma ancora più reale e credibile nella narrazione e recitazione dei protagonisti, primari e secondari, di questa storia drammatica e sconvolgente, dove la tensione crescerà lentamente ma costantemente lungo il corso del film.
Eddie rappresenta migliaia di uomini dei nostri tempi, smarriti e persi nel limbo senza una meta o uno scopo ben preciso, dove l’unica forza negativa che li trascina per sopravvivere e per non farli affondare, oltre all’alcool come in questo caso, è anche la paranoia e la sensazione di essere continuamente fuori luogo e posto. La codardia associata all’insicurezza porterà Eddie a scelte sbagliate e frettolose destinate a travolgere tutte le persone che gli ruotano attorno.
Il finale è veramente una mazzata sui denti, ma la mezz’ora finale che anticipa l’ultima sequenza non è da meno, da far tremare i polsi, proprio perché sembra di vedere un disagio reale e non fittizio o troppo cinematografico. Pellicola fenomenale altamente raccomandata! VALUTAZIONE 9/10

H.E.

COMPLETO SUB ITA: JE NE SUIS PAS UN SALAUD

I commenti sono chiusi.