JESUS CAMP (2006) di Heidi Ewing & Rachel Grady

La linea che separa fede e fanatismo religioso scorre sempre sulla lama di rasoio, dove il lecito e l’illecito, preghiera ed indottrinamento, appaiono vicini sempre più indistinguibili l’uno dall’altro. Nel 2005 le due documentariste americane Heidi Ewing e Rachel Grady scavano a fondo nella comunità cristiana evangelica statunitense, in particolare nei villaggi estivi biblici che indottrinano e creano gli oratori, fedeli ed elettori (repubblicani) del futuro, in quanto la potente e numerosa comunità evangelica conta circa 80 milioni di cittadini solo negli USA. Fondamentale e decisivo il loro supporto nelle elezioni presidenziali di George W. Bush nella rielezione del 2004.

Nel campo estivo evangelico seguiamo gli insegnamenti della guida pastorale Fisher, la quale non si limita a sole preghiere e sermoni cristiani, ma anche a gettare le basi politiche per i futuri devoti evangelici. Seguiamo in particolare alcuni bambini lungo questo percorso divino: Levi, Tory e Rachel. Assieme agli altri bambini del campus finiranno per cadere in trance durante i sermoni purificatori, necessari per divenire il futuro esercito in nome di Cristo, finiranno per adorare come una divinità una statua di cartone di Bush e urleranno la loro rabbia contro l’aborto, abominio secondo i principi cristiani.

Come intermezzo nel documentario seguiamo le riflessioni lucide da parte di un giornalista radiofonico credente su questi particolari campus estivi, il quale finirà per confrontarsi nel finale con la succitata Fisher.

La divisione tra stato e chiesa per gli evangelici non esiste, secondo i quali è un loro dovere creare un futuro “esercito di dio” che contrasti la perdita di fede cristiana negli USA e anche gli infedeli presenti in tutto il mondo, in particolare gli estremisti islamici. Grazie alla musica “christian metal”, a metodi simpatici ed accattivanti, i pastori e guide evangeliche, potenti anche economicamente e promotori del “creazionismo”, riescono a far leva su migliaia di bambini, indottrinandoli in un’età incapace di una propria coscienza ed individualità. Fanatismo religioso e fondamentalismo sono mascherati con la fede per secondi fini, politici ed economici su larga scala, appoggiati da lobby potenti e ben radicate nei palazzi che contano nel grande paese americano. Tutto questo lavoro di lavaggio mentale avviene alla luce del sole, perché il voto conta più della ragione. Inquietante ed illuminante, a tratti allucinante, viaggio nella fede più estrema! VALUTAZIONE 8,5/10

H.E.

COMPLETO SUB ITA: JESUS CAMP + SUBITA

 

Precedente SHOCKUMENTARY & DOCUMENTARI PIU' INQUIETANTI E DISTURBANTI BY HE Successivo GARAGE OLIMPO (1999) di Marco Bechis