LAST GIRL STANDING (2016) di Benjamin R. Moody

Se il genere Neo-Giallo, omaggio e rilettura in chiave estrema del glorioso cinema giallo italiano del passato, è oramai consolidato, il nuovo filone Neo-Slasher è ancora agli inizi, rinvigorendo un genere, lo slasher appunto, oramai in declino da tempo. Dopo CAT SICK BLUES (2015, Dave Jackson) e prima di PREVENGE (2017, Alice Lowe) vedeva la luce un lungometraggio d’esordio che inizia e finisce come uno slasher capovolto, altamente psicologico, originale e senza rinunciare a tensione e lame taglienti.

Camryn è sopravvissuta ad un massacro, nel quale hanno perso la vita tutti suoi amici, ad opera di un killer mascherato, il quale è stato ucciso proprio da Camryn. Dopo cinque anni la povera ragazza non riesce ancora a dimenticare e finisce preda di allucinazioni e paranoie. Inizia a sospettare la presenza fisica del serial killer mascherato, il quale forse è ancora in vita e deciso a perseguitarla…….

LAST GIRL STANDING è un film indipendente che profuma di novità e che mette in luce il disagio del post trauma quando i riflettori si spengono o quando si pensa che con un colpo di spugna sia possibile dimenticare il passato. Un film che, pur navigando per buona parte su territori slasher, presenta tematiche e situazioni di diversi film con protagonisti ex-soldati, incapaci di superare il trauma vissuto in guerra da sopravvissuti (es. TAXI DRIVER di Martin Scorsese e ROLLING THUNDER di John Flynn) ma anche di film drammatici come ROOM (2015, Lenny Abrahamson), dove la vittima, la sopravvissuta, lo rimane per sempre, anche quando è liberata.

Il film colpisce, stupisce e strapazza le linee guida del genere horror, senza presunzione e con semplicità, grazie anche ad una prova da parte dell’attrice protagonista, Akasha Banks Villalobos nei panni di Camryn,, assolutamente di livello e sempre sul pezzo. Gore, sangue e violenza arrivano in maniera prepotente e devastante nell’ultima mezz’ora, rendendo felici gli appassionati del ‘sangue&dolore’ più eccessivo. Uno dei migliori film indie estremi del 2016. Imperdibile! VALUTAZIONE 8,5/10

H.E.

COMPLETO SUB ITA: LAST GIRL STANDING 

 

 

Precedente LOVERS BEYOND TIME (Erastes sti mihani tou hronou) del 1990 di Dimitris Panayiotatos Successivo MONDOMANILA (2010) di Khavn