A L’INTERIEUR (2007) di Alexandre Bustillo & Julien Maury

Film ormai decennale e destinato a tornare alla ribalta nel 2017, causa l’imminente remake spagnolo firmato da Miguel Ángel Vivas (SECUESTRADOS).
Punta di diamante della new wave horror francese degli anni 2000, A L’INTERIEUR, noto ai più con il titolo INSIDE, è un ‘home invasion’ sanguinario, violento e splatter esagerato, nonostante la location sia sempre la stessa, una piccola casa nella periferia parigina, ed alcune sequenze spesso ripetitive, ma graditissime.
Sarah è ormai prossima a partorire il suo primo figlio, avuto da un marito perso in un tragico incidente d’auto. Da sola nella sua casa di Parigi, mentre all’esterno sembra ci sia una nuova rivoluzione francese con tanto di sommosse ed auto incendiate, riceve un’inattesa invasione domestica da parte di una misteriosa ed inquietante donna, intenzionata ad uccidere lei ed il suo bambino…

Tensione alle stelle per un film che scorre velocissimo, feroce nelle furiose battaglie all’interno della casa di Sarah, con una serie di veloci comparse, la madre, il suo datore di datore di lavoro, la polizia, destinate ad aumentare le cascate di sangue e frattaglie umane. Forza trainante del film è sicuramente la dama in nero e cattiva di turno, interpretata da una stellare ed affascinante, ma inquietante, Béatrice Dalle, destinata a ritagliarsi un posto d’onore nell’olimpo delle donne più cattive del cinema, non solo horror o moderno.

Fotografia e cromature efficaci, con un continuo alternarsi del bianco/rosso del bagno, dove si è rifugiata Sarah, al giallo scuro/nero tenebroso e malvagio all’esterno del bagno ma sempre confinato all’interno delle quattro mura della casa. In alcuni frangenti scivola un po’ in frammenti e musiche simili ad un videoclip, senza cadere mai, per fortuna, in banalità ed ovvietà del genere horror. Naturalmente una donna incinta, prossima al parto, ed un diavolo travestito da donna crudele e senza scrupoli pronta alla mattanza di lei e del suo bambino, è sicuramente una garanzia di successo, che non necessitava di ulteriori trame o sotto tracce, anche se il finale con le motivazioni della donna in nero sono intuibili già alla prima visione. Scioccanti ed indimenticabili le sequenze con la mega forbice, mentre incutono In definitiva A L’INTERIEUR è un horror “splatteroso”, senza però rinunciare ad una parte drammatica e dedita alla tensione domestica che tanto ha dato al sotto genere horror noto come “home invasion”, dai lontani ARANCIA MECCANICA e STRAW DOGS fino ai giorni nostri proprio con il succitato SECUESTRADOS.
Ottimo ed opera fondamentale per approcciarsi al genere horror estremo! VALUTAZIONE 9/10

H.E.

COMPLETO SUB ITA: A L’INTERIEUR 

I commenti sono chiusi.