MOMMY DEAD AND DEAREST (2017) di Erin Lee Carr

La sindrome di Münchhausen è un disturbo psichiatrico, purtroppo non così raro, dove una persona si finge gravemente malata per attirare attenzione su di sé. Prima di visionare questo documentario ero all’oscuro di questo disturbo, portato all’eccesso in questa triste, inquietante pazzesca storia.

Il documentario si apre con la morte di Dee Dee, madre della ragazza Gypsey Rose, la quale è sin da subito la principale indiziata assieme al suo fidanzato (quest’ultimo conosciuto online). Un caso, seppur brutale, di omicidio che svelerà segreti e retroscena inimmaginabili e sconvolgenti della vita privata di Gypsey e della madre, gettando un’ombra agghiacciante sul loro passato. Dee Dee, una donna dal passato oscuro, aveva curato la figlia per una serie interminabile di malattie (distrofia muscolare, disturbi gastrointestinali, leucemia, epilessia, asma e tantissime altre ancora) per circa vent’anni, rendendo la vita della figlia un inferno in terra a causa delle sue manie riconducibili alla particolare sindrome di Münchhausen citata in precedenza (in questo caso particolare viene definita “Sindrome di Munchäusen per procura”, in cui il genitore/tutore vessa il figlio per attirare attenzione su di sé). Nessuno dei vicini o conoscenti aveva sospettato la verità, scioccati quando hanno scoperto dopo l’omicidio che Gipsy non soffriva di nessuna delle malattie ‘curate’ dalla madre ed era in grado di camminare con estrema naturalezza. Più sconvolgente il sistema sanitario americano, il quale ha mostrato una falla enorme nel loro sistema apparentemente infallibile. Ancora più grave l’opinione pubblica, in grado intimorire l’unico medico ad aver nutrito in passato dei sospetti sulle malattie immaginarie di Gypsey e create dalla madre.

Il soggetto è tremendo, documentato in maniera semplice ma efficace utilizzando materiale video originale, dagli interrogatori di Gypsey e del suo fidanzato, dell’ex marito di Dee Dee e dei loro parenti, dei vicini di casa, dei medici e della polizia che avevano seguito il caso. Un’opera che scatena rabbia, indignazione e stupore per una delle storie più disturbanti mai narrate in un documentario. Facile e banale con il senno di poi puntare il dito contro la cecità del padre di Gypsey, delle istituzioni e del sistema sanitario, ma i filmati originali rendono bene sull’enorme castello di menzogne creato dalla madre e fanno stringere lo stomaco quando visioniamo l’armadietto delle medicine di Gypsey, la vediamo costretta nella sedia a rotella o intubata in ospedale costretta a subire interventi o cure per malattie inesistenti. Tecnicamente il documentario poteva essere realizzato con maggiore lucidità e criterio nell’esposizione dei fatti, ma la forza del soggetto surclassa perfino la regia e l’assemblaggio non impeccabile della documentazione video originale. Nessun film, anche se perfetto, potrà mai superare e sconvolgere quanto la realtà presentata in un documentario e quest’opera ne è la prova! VALUTAZIONE 9,5/10

H.E.

COMPLETO SUB ITA: MOMMY DEAD AND DEAREST  +  SUBITA

One thought on “MOMMY DEAD AND DEAREST (2017) di Erin Lee Carr

Lascia un commento

*