MYSTERIOUS SKIN (2004) di Gregg Araki

b8e4eca94d1ea866667622677afcc2c0

Uno dei migliori “disturbing drama” del nuovo millennio e forse il capolavoro di Gregg Araki. Un film accattivante, coinvolgente, doloroso e feroce, un vero ‘masterpiece’ dei nostri tempi, con una narrazione degli eventi, anche se dinamica e frenetica, inquietante come pochi altri film nei momenti più disturbanti, impossibili da dimenticare, in grado di far sudare freddo anche chi ne ha masticati a centinaia di film estremi.
In una cittadina del Kansas due ragazzini di appena otto anni, vengono fatti oggetto di molestie ad opera del loro coach di baseball. I due ragazzini reagiranno in maniera differente all’abuso subito. Brian Lackey ha cancellato dalla memoria l’episodio, convincendosi con il tempo di essere stato vittima di un rapimento alieno, che spiegherebbe le sue frequenti epistassi e le amnesie di cui è vittima. L’altro ragazzino invece, Neil McCormick, sembra, almeno in apparenza, non sembra essere rimasto scosso da tale abuso e con il passare degli anni accetta la propria omosessualità e sceglie la strada della prostituzione maschile.
Figli di madre single, se non all’inizio lo diventeranno entrambe, ed in mancanza di una figura paterna in grado di guidarli, il destino dei due, dopo diverse peripezie, è destinato ad incrociarsi nuovamente……

k1 k2 k4

Un film difficile, impegnativo e che mette a dura prova anche chi ha lo stomaco di ferro, pur mostrando poco o nulla, ma Araki riesce a creare della situazioni di morbosità e di quotidianità insostenibili, riuscendo nel compito, tutt’altro che facile, di trattare la pedofilia e la prostituzione per quelle che sono, ovvero delle realtà maledettamente diffuse, dalla piccola provincia alla grande città, senza alcuna distinzione. Questo ed altri temi scottanti ci trascineranno in un abisso di inquietudine, di malvagità e disumanità raramente visionati in una pellicola (si evidenzierà inoltre il problema dell’AIDS con uno dei clienti di Neil, del sesso sicuro, della violenza sessuale e della fiducia assurda verso gli sconosciuti). Oltre a narrare con rara maestria e riuscendo ad amalgamare il tutto egregiamente Araki mette in luce le tragedie spesso rimosse ma presenti e nascoste nel subconscio dell’uomo. Ci aveva provato la Comencini l’anno seguente (LA BESTIA NEL CUORE, 2005) ma con risultati alquanto scadenti.

k9 mysterious_skin2

Un film devastante e mascherato con una patina pop e colorata anni ’90 (il film è ambientato prevalentemente in quel decennio) ma con una colonna sonora incisiva, malinconica ed amarissima.
Capolavoro assoluto grazie anche ad una prova totale da parte di uno dei due protagonisti, il Neil interpretato da un fenomenale Joseph Gordon Levitt, probabilmente nel ruolo della vita.
Il colpo di grazia alla nostra anima arriva nel finale, struggente, malinconico e privo di speranza. VALUTAZIONE 10/10

H.E.

COMPLETO: MYSTERIOUS SKIN

k1

Precedente THE DEVIL'S PATH (2013) di Kazuya Shiraishi Successivo TERRITORIES (2010) di Olivier Abbou