NOTHING BAD CAN HAPPEN (TORE TANZT) del 2013 di Katrin Gebbe

13557917_203418416725729_3620199507759110395_n

 

Il sacrificio, spesso, è un termine abusato e usato mille volte dai preti per ricordare il momento più tragico nella vita del presunto figlio del loro dio….ma quanti di loro ne sarebbero capaci veramente? Probabilmente nessuno. In questo film tedesco la giovane regista, alla sua opera prima, esprime meglio di qualsiasi testo sacro, la vera “immolazione” della vittima per salvare il prossimo.

Protagonista un giovane ragazzo, ingenuo, magrolino e sofferente anche fisicamente, a causa delle crisi epilettiche improvvise. Solo al mondo e senza famiglia, la ricerca di un appoggio e di qualcosa nel quale credere, lo porta in una comunità religioso-punk, in continuo movimento, dal nome “JESUS FREAKS”. Giunto ad Amburgo con il suo gruppo, avviene un incontro casuale con una famiglia in “vacanza”, composta da Benno, la sua ragazza e i due figliastri. Quest’ultimi sono rimasti in panne con la loro automobile, e solo grazie ad una misteriosa preghiera di Tore questa riparte. Successivamente, durante una festa punk del gruppo religioso, Tore, vittima di uno dei suoi attacchi di panico, viene salvato misteriosamente da Benno e condotto presso la sua casa di “villeggiatura”, sita nella periferia di Amburgo. Il nostro protagonista, ingenuo e fortemente credente, ringrazia dio per aver trovato una nuova famiglia, legando soprattutto con la figliastra di Benno. L’apparenza spesso inganna, perché il capo famiglia non solo si rivelerà un autentico diavolo, con Tore e con il proprio nucleo familiare (ved. il suo tatuaggio nella schiena, in netta contrapposizione a quello di Tore), ma verrà alla luce il vero motivo di tale generosità. Infatti nell’ultima mezz’ora ci si avventura su binari più avvezzi al cinema horror più estremo, becero e violento, con una rappresentazione, per certi aspetti, più intensa e cruda di noti film sul martirio come MARTYRS e LA PASSIONE DI CRISTO. Un horror drammatico che, indipendentemente dalla nostra fede o credenza, ci trascina nel tragico abisso vissuto dal nostro protagonista, per scuoterci l’anima durante la visione e trafiggerci il cuore nella memorabile ed indimenticabile scena conclusiva! VALUTAZIONE 9/10

H.E.

COMPLETO SUB ITA: NOTHING BAD CAN HAPPEN + SUB ITA

 

 

Precedente TERRIBLE MEAL (1995) di Kaoru Adachi Successivo THE HUMAN CENTIPEDE 2 (Full Sequence) del 2011 di Tom Six (+ versione a colori)