PHANTOM LOVE (2007) di Nina Menkes

cattura

Cinema ermetico ed affascinante di qualità superiore. Meno appariscente dell’Enemy di Denis Villeneuve, ma siamo sullo stesso territorio, del dramma surreale dove simboli che rappresentano il genere femminile appaiono non un mistero ma la chiave per decriptare le anomalie, temporali e logiche, che subiamo passivamente durante la visione.
Lulu. una bellissima donna, fa la croupier in un casinò di Los Angeles. Non ha un partner fisso, ma solo una serie di relazioni occasionali con uomini più giovani di lei (senza mai provare nulla). La sua compagnia, non molto attiva però, è rappresentata da due alani neri, un serpente (forse sognato ed irreale) e dal televisore, sintonizzato solo su cinegiornali con filmati di guerra e di immagini che mostrano senza censura la violenza della strada. Un giorno arriva da lei la sorella minore Nitzan, la quale soffre di evidenti psichici dovuti all’assunzione di farmaci. Le due sorelle faticano a comunicare tra loro, ma dai pochi dialoghi emerge un passato oscuro legato alla loro madre. Un giorno Nitzan scompare nel nulla e Lulu inizia una disperata ed anomala ricerca della sorella…

p1 p2 p3 p6

La trama succitata non è descritta e presentata in maniera regolare e lineare nel film e si può dedurre ed intuire solo nel finale.
Ad aumentare lo smarrimento durante la visione vi sono i sogni, forse lucidi, di Lulu. Macabri, incestuosi, pervertiti ed immaginari di luoghi lontani, forse legati all’infanzia ed alla madre (figura decisamente inquietante)
Il dubbio dell’esistenza reale della sorella aleggia sempre nell’aria e l’unica sequenza surreale e fantastica è quella riportata nella cover del film, che inganna parecchio su tutto, anche sulle personalità di Lulu, poco nitide e misteriose.

p8 p11 p12 p22

Un dramma psicologico ed ermetico che sembra voglia essere capito, ed aiutato nel caso della protagonista, ma che fa di tutto per non permetterci di capirlo fino in fondo. Un pò come la protagonista, ossessionata da gesti ripetitivi che ricordano un passato doloroso impossibile da dimenticare. Una pellicola ipnotica grazie anche ad un bianco e nero cupo e torbido che esalta il disagio, le perversioni estreme ed il malessere della bella protagonista. Notevole! VALUTAZIONE 8,5/10

H.E.

COMPLETO SUB ITA: PHANTOM LOVE + SUBITA

p30

I commenti sono chiusi.