PSYCHOMENTARY (2014) di Luna Gualano

Una delle pellicole recenti più solide e robuste nel panorama horror italiano è l’opera prima, come lungometraggio, della giovane Luna Gualano, la quale si dimostra preparatissima e capace nel realizzare una pellicola che coniuga cinema horror estremo a tematiche socio-politiche piuttosto scottanti. Dialoghi perfetti, personaggi ben caratterizzati, scene gore realizzate divinamente abbinate a continue ed inaspettate sorprese ci terranno con il fiato sospeso fino al finale, una vera mazzata, che ci lascerà tremendamente soddisfatti a fine visione. La trama: un Serial Killer mascherato rapisce 10 persone, tra cui la figlia di un senatore. Contattato il capitano dei carabinieri Brunetti tramite skipe, chiede il riscatto di un milione di euro per non uccidere la ragazza. Capitano, magistrato e senatore decidono di pagare il riscatto, non rispettando la legge del blocco dei beni in caso di rapimento. Inizia così una lunga trattativa tra serial killer e il capitano dei carabinieri, che baratta l’uccisione degli altri rapiti in cambio di quella della vita della figlia del senatore……

La tecnica registica, con uso sapiente del ‘found footage’, risulta perfetta per narrare gli eventi sempre più tragici, man mano che si avanza con la storia. Il “piatto” forte, come in ogni buon horror psicologico che si rispetti, non arriva subito, ma grazie a una crescita esponenziale della storia e l’evoluzione inaspettata dei nostri protagonisti principali, il serial killer ed il capitano dei carabinieri, sempre convincenti e mai banali. Il tutto avviene con pazienza, parsimonia, con il tutto accompagnato da ‘prelibate’ scene di torture e gore che, in alcuni frangenti, ci lasceranno a bocca aperta, indipendentemente dalla quantità di film estremi visionati finora da parte nostra. Il film non è solo goduria per gli occhi ma riesce a far riflettere sulle ingiustizie presenti nel nostro (e non solo) paese, da sempre. Il sistema giudiziario e assicurativo italiano, l’abuso di potere, l’omertà, l’occultamento della verità, il valore della vita, diventano tematiche inaspettate e scioccanti in un film che parte come horror e finisce come una critica feroce al sistema socio politico italiano. Un’opera di valore che dimostra quanto sia vitale e meritevole di attenzione il cinema horror, e non solo, di casa nostra! VALUTAZIONE 8,5/10

H.E.

COMPLETO: PSYCHOMENTARY

DVD: PSYCHOMENTARY / BLU-RAY: PSYCHOMENTARY

I commenti sono chiusi.