RESTER VERTICAL (2016) di Alain Guiraudie

Opera caotica. scioccante e sospesa in un mondo attuale ma alternativo al nostro, dove la distinzione tra omosessuali, eterosessuali e bisessuali non esiste e finisce per creare situazioni e momenti paradossali, inquietanti e aberranti nella loro rappresentazione naturale.
Un film dove vediamo la nascita e la morte dell’umanità, con l’intermezzo della vita lasciato in balia degli eventi sconnessi e ambigui rispetto al mondo conosciuto. Weird e ironia nera finiranno per completare questa storia assurda e malsana con dei personaggi incredibili, degni del migliore Luis Buñuel.
Lo sceneggiatore Leo sta cercando, per alimentare le idee nella sua mente, il lupo nel sud della Francia. Durante un’escursione è sedotto da Marie, una pastorella libera e dinamica. Nove mesi dopo verrà alla luce il loro bambino. Leo prende e se ne va dalla casa di Marie, ossessionato in parte da un giovane incontrato per strada e per altri inspiegabili motivi. Quando torna da Marie trova solo il padre e il figlio, mentre Marie, assieme agli altri due bambini (non sapremo mai chi sarà il padre di quest’altri due) in piena crisi post parto è scappata dalla sua vita di pastorella e dal padre del suo ultimo bambino. L’istinto di Leo prenderà il sopravvento e dopo una serie di disavventure e situazioni abominevoli incontrerà di nuovo Marie……..

Uno dei film più assurdi e nonsense, almeno in apparenza, dei nostri tempi. Un delirio totale descritto e mostrato per stupire e sconvolgere, con la scena omo-erotica probabilmente più malsana e disturbante presente in un film “convenzionale”.
Il protagonista, una faccia da schiaffi, interpretato da Damien Bonnard, rappresenta probabilmente il desiderio del regista di porsi nel mondo che lo circonda, senza freni o barricate sessuali, in completa libertà e desideroso di scivolare in ogni istinto sessuale o paterno che lo coinvolge. Non solo scene shock, ma anche grottesche e divertenti (ironia molto particolare) destinate a destabilizzare lo spettatore durante la visione. Se non avete mai visto un film di Alain Guiraudie, allora non avete visto nulla. Visionare a proprio rischio e pericolo…mentale! Top! VALUTAZIONE 9/10

H.E.

COMPLETO SUB ITA: RESTER VERTICAL

Precedente THE LITTLE GIRL WHO LIVES DOWN THE LANE (1976) di Nicolas Gessner Successivo DEAD MAN (1995) di Jim Jarmusch

Lascia un commento

*