THE CHASER (2008) di Na Hong-jin

Prima del travolgente THE WAILING, forse il migliore horror del 2016, e di THE YELLOW SEA, thriller drammatico notevole, Na Hong-jin nel 2008 sfornava il suo primo lungometraggio. Un esordio con il botto.
La Corea del Sud ci ha abituato oramai da un paio di decenni a thriller violenti e coinvolgenti, senza mai tirarsi indietro nel mostrare il buio più malvagio che alberga nell’animo umano. E per fortuna nostra sempre lontano anni luce dai finale alla “volemose bene” dei film a stelle e strisce, almeno per quanto concerne i loro thriller blockbuster.
Eom Joong-ho, un ex-detective corrotto dedito allo sfruttamento della prostituzione, versa in difficoltà finanziarie perché parecchie delle sue ragazze sembrano scomparse negli ultimi tempi senza liquidare i loro debiti. Mentre cerca di rintracciarle, trova un indizio che gli permette di capire che le ragazze scomparse sono state tutte avvicinate dallo stesso cliente, Jae Yeong-min. Inizialmente egli crede che Jae Yeong-min le abbia vendute ad altri protettori, ma poi l’uomo confessa di averle uccise e viene arrestato. Joong-ho inizia a cercare con ogni mezzo la casa di Yeong-min per salvare la prostituta Mi-jin……

Se il protagonista pappone interpretato dall’attore Kim Yoon-seok è straordinario, il suo antagonista, il serial killer interpretato da Jung-woo Ha, non è da meno, ma la forza trainante di questo thriller di razza è sicuramente la sceneggiatura, sorprendente nella prima mezz’ora e stupefacente nel virare in direzioni inaspettate per gli altri 90 minuti, fino a giungere al devastante finale.
Sentimenti umani dolorosi ed inaspettati sono destinati a fare capolino nel cuore del protettore senza scrupoli, deciso a mettere da parte anche il dio denaro in nome della giustizia, quella vera. Il finale colpisce allo stomaco in maniera decisamente pesante, con una ferocia e crudeltà senza uguali e riscontrabile in pochissime altre pellicole recenti.
Unico neo forse alcuni scivoloni semi comici che vedono protagonista la polizia coreana, marchio di fabbrica oramai del cinema coreano ed in particolare dei film di Na Hong-jin. In alcuni momenti siamo noi spettatori imbarazzati per loro.

Con estremo piacere vediamo, nei panni della prostituta Mi-jin, la bella ed indimenticabile attrice Yeong-hie Seo protagonista di quel capolavoro revenge che risponde al nome di BEDEVILLED.
THE CASHER è un thriller maledetto ed estremo come pochissimi altri, imperdibile per ogni appassionato della tensione che colpisce al cuore prima e allo stomaco poi. Bomba! VALUTAZIONE 9/10

H.E.

COMPLETO SUB ITA: THE CHASER + SUBITA

LINK BLU-RAY: THE CHASER

Precedente KYOKO VS YUKI (2000) di Daisuke Yamanouchi Successivo DARK WATERS (1993) di Mariano Baino