THE GODFATHERS OF MONDO (2003) di David Gregory

Per festeggiare il traguardo di 100 documentari postati nella pagina facebook HorrorEstremo, nell’archivio dedicato a ‘shokumentary e documentari disturbanti‘, quale miglior documentario se non questo. Una serie di affascinanti e ricchissime interviste ai due padrini del genere ‘mondo-movie’ più estremo, ovvero Gualtiero Jacopetti e Franco Prosperi. MONDO CANE 1 &2, LA DONNA NEL MONDO, ADDIO ZIO TOM, AFRICA ADDIO e MONDO CANDIDO sono le loro opere analizzate e narrate, in maniera naturale e senza peli sulla lingua, da parte dei due registi. Oltre a loro sono intervistati numerosi collaboratori, tra i quali spicca il compositore leggendario Riz Orolani (scomparso nel 2014), ed esperti di documentari, di storia e del genere succitato.

Idee, problematiche, gestazioni difficili, sacrifici, pericolo scampati (l’aneddoto del rischio fucilazione in Africa da parte di un gruppo di mercenari viene narrato e confermato da Jacopetti) e litigi vari, sono narrati in maniera lucida e spesso polemica da parte dei due storici registi italiani all’autore di questo documentario, bravissimo nelle domande, nel rammentare i momenti cruciali della loro carriera e soprattutto dei documentari che li hanno resi celebri in tutto il mondo. Saranno trattati e narrati eventi di varia natura: dalla censura italiana ed estera, ai litigi tra Jacopetti e Oriana Fallaci (la quale deteneva i diritti di LA DONNA NEL MONDO), alle fantastiche intuizioni nelle realizzazioni di riprese sempre al limite in Africa e non solo, per finire alla accuse pesanti di razzismo, cinismo e crudeltà attribuite a loro ed alla loro troupe.
La possibilità di valutare e di raccontare, con estrema semplicità ed obiettività, il dietro le quinte, da parte di Prosperi e Jacopetti (purtroppo divisi per una serie di controversie diatribe a seguito di MONDO CANDIDO) e del loro lavoro, permette a loro ma soprattutto a noi di riconoscerne il giusto valore a distanza di decenni.
Spesso massacrati dalla critica che considerava di serie B alcuni dei loro lavori rispetto ai film dei grandi autori italiani degli anni ’60 e ’70, mettendo in risalto aspetti politici e sequenze shock, finendo così per sminuire il lavoro mostruoso dietro a questi lavori, tra l’altro di una qualità di riprese ed immagini spettacolari e sorprendenti.
Per quanto concerne la violenza nuda e cruda mostrata nei loro lavori (esecuzioni, mattanze di animali e genocidi di massa) la miglior risposta è quella che ascoltiamo in questo documentario da parte di Prosperi: “se la violenza nel mondo esiste, perché esiste, allora è giusto mostrarla”..reale, pura e cruda insomma visone della vita!
Documentario-intervista stupendo e consigliato non solo agli appassionati dei “mondo movies”, ma a tutti gli amanti del grande cinema, quello che con la C maiuscola e che ha fatto la storia. Fantastico! VALUTAZIONE 9,5/10!

H.E.

COMPLETO: THE GODFATHERS OF MONDO

I commenti sono chiusi.