THE JINX: The Life and Deaths of Robert Durst (2015) di Andrew Jarecki

Alcuni registi nascono e sono destinati solo, per nostra fortuna, a realizzare solo grandi documentari. Andrew Jarecki è uno di questi. Dopo l’estremo ed inquietante ‘CAPTURING THE FRIEDMANS‘ e dopo aver realizzato un film su una storia vera (o presunta tale), decide di partire da quest’ultima per descrivere, documentare, raccontare e scioccare il mondo con una serie investigativa e biografica, destinata a stupire il mondo del piccolo schermo sulla vita, ed i suoi eventi più oscuri, di Robert Durst. Chi è costui? Appartenente ad una delle famiglie più ricche e potenti di New York, un vero colosso del panorama immobiliare di Manhattan, Robert (Bobby per gli ‘amici’), finirà al centro dei mass media di singolari processi ai limiti dell’impossibile. Bob, accusato di omicidio (per ben tre volte), dopo aver visionato il film di Andrew Jarecki “All Good Things”, con Ryan Gosling e Kirsten Dunst, afferente la misteriosa sparizione della sua prima moglie, deciderà di contattare il regista del film, per raccontare la sua versione dei fatti decide di rilasciare un’intervista a Jarecki. A seguito di questa intervista, probabilmente il più grande scoop documentaristico in epoca moderna, il regista stesso realizzerà un gigantesco documentario televisivo in sei parti.

Se la prima puntata parte con i fuochi d’artificio, con il ritrovamento di un busto senza arti e testa, in riva al mare, il resto degli episodi cresce vertiginosamente per tensione, regalando colpi di scena e pugni allo stomaco a ripetizione, fino a giungere all’episodio finale insuperabile per qualsiasi opera di finzionee potente come un’atomica. Un MAKING A MURDERER al contrario, che lascerà di sasso dopo aver massacrato lo stomaco e la mente per sei bellissime e coinvolgenti ore. La sua prima moglie, il suo ‘occasionale vicino di casa’, la sua ‘migliore’ amica saranno tre cardini fondamentali di questa incredibile storia americana, un paese, per citare le parole di un texano nel film, fondato sul capitalismo e quindi chi ha più soldi e potere può tutto……o quasi! Fenomenale, travolgente, impressionante serie, con protagonista un rampollo dell’America più ricca (che finirà in parte per ripudiarlo) dalla personalità contorta (doppia?…tripla??), viscida ed impossibile da afferrare e catturare, dallo sguardo vuoto e dalle risorse umane ( e disumane) infinite! Assieme a MAKING A MURDERER (per ora) il massimo estremo per una serie Tv, merito e colpa di due processi uno più agghiacciante ed assurdo dell’altro! Consiglio inoltre di non sbirciare durante la visione la storia e la vita di Bobby, ma solo dopo l’ultimo secondo dell’ultima sorprendente sesta puntata! VALUTAZIONE 10/10

H.E.

SERIE COMPLETA:

EPISODIO 1 (ITALIANO)

EPISODIO 2 (ITALIANO)

EPISODIO 3 (SUB ITA)

EPISODIO 4 (SUB ITA)

EPISODIO 5 (SUB ITA)

EPISODIO 6 (SUB ITA)

 

Precedente RENAISSANCE (2006) di Christian Volckman Successivo THE MAFU CAGE (Mafu: una terrificante storia d'amore) del 1978 di Karen Arthur