TOP 20 DOCUMENTARY/SHOCKUMENTARY

Raggiunto l’importante traguardo dei 100 documentari nella pagina facebook HorrorEstremo, ecco una classifica dei 20 documentari/shockumentary, tra quelli postati finora in circa 12 mesi, più disturbanti, inquietanti, originali, estremi e meritevoli di entrare in questa lista del disagio, dedicata ad una categoria audio/visiva storica come quella dei documentari. Questa tecnica/categoria filmica ha visto la nascita ad inizio del secolo scorso per funzioni didattiche per far conoscere flora, fauna e culture lontane, ma solo con la prima guerra mondiale e di conseguenza i primi cine-giornali ha iniziato ad addentrarsi su territori macabri e visivamente estremi. Con la documentazione audio/visiva della seconda guerra mondiale e con l’avvento del genere “mondo movies” degli anni ’50 e soprattutto dei ’60, da “MONDO CANE” in poi, il documentario scioccante è entrato di diritto nella storia del cinema più estremo. Sceglierne 20 tra i 100 postati finora non è stato facile, anche perché gli altri 80 sono tutti meritevoli di visione, in quanto mostrano sequenze macabre senza censura o sono basati su fatti dolorosi, bizzarri e sempre originali. Ne mancano tantissimi da postare nella pagina facebook (TITICUT FOLLIES, THE ACT OF KILLING, THE LOOK OF SILENCE, MONDO CANE, FACES OF DEATH…solo per citarne alcuni). Per ora eccovi la sudata lista, consapevole della diversità di generi, sottogeneri e tematiche trattate, ma preparatevi comunque alla visione, perché alcune opere vi toglieranno il fiato, vi azzereranno la saliva e vi causeranno il mal di stomaco, poiché scavano senza finzione nel male più nero che alberga nell’animo umano.

Partiamo dal fondo, dalla 20sima posizione per arrivare alla prima. Buona lettura e visione (cliccando a lato del titolo troverete review ed eventualmente documentario/shockumentary completo):

 

20) THE KILLING OF AMERICA (1981) di Sheldon Renan & Leonard Schrader (review + doc completo)


Una visione dura e cruda degli Stati Uniti D’America sporchi di sangue e armati fino ai denti del recente passato (il doc è del 1981). Crimini sessuali, criminalità della strada senza scrupoli, terrorismo, fondamentalismo e sparatorie nelle scuole, ieri come oggi, a dimostrazione che nulla è cambiato nel paese più ‘potente’ del pianeta, complice un traffico lecito delle armi da fuoco esagerato e senza controllo. A documentare e presentare uno dopo l’altro gli assassinii e serial killer più celebri degli anni ’60, 70 e inizio anni ’80 ci pensano Sheldon Renan e Leonard Schrader, con una carrellata di personaggi poco raccomandabili più o meno noti……

 

19) ZOO (2007) di Robinson Devor (review + doc completo)


Questo documentario ruota attorno alla storia di un uomo deceduto a causa della perforazione del colon ad opera di un cavallo. Usando altre parole, dopo aver avuto rapporti sessuali con l’equino. La storia narrata, accaduta sul serio nel 2005 nello stato di Washington, mette in luce il mondo della zoofilia e lo fa in un modo sorprendentemente, accattivante ed incredibilmente rispettoso….

 

18) BLACKFISH (2013) di Gabriella Cowperthwaite (review + doc completo)


Privazioni, torture, notti in gabbia, lacerazioni e ferite causate da altri simili e riduzione della vita media di un terzo da quella destinata per natura. Non è un film di torture o gore, bensì un documentario lucido e molto attento sula vita delle orche in cattività, da quando sono rapite da cuccioli ed allontanate con la forza dalla madre, a quando sono costrette a subire angherie da parte dell’uomo solo per un soddisfare il peggiore dei mali: il dio denaro.

 

17) AFRICA AMA (1971) di Angelo e Alfredo Castiglioni e Guido Guerrasio (review + doc completo)


Nella marea di mondo movies usciti tra gli anni ’60-70-80, uno dei più violenti, estremi ed affascinanti (e pure divertenti) vi è AFRICA AMA, opera di tre registi italiani, autori di decine di documentari similari e non. Un mondo-movie durissimo da vedere anche a distanza di vari decenni……

 

16) GRIZZLY MAN (2005) di Werner Herzog (review)


Nel 2003 un uomo ed una donna furono uccisi da un orso nella riserva naturale di Katmai in Alaska. L’uomo, Timothy Treadwell, era un volto noto nel panorama mediatico statunitense, in quanto era divenuto paladino degli orsi, vivendo per 13 estati ininterrotte nella riserva in Alaska a stretto contatto con la comunità degli orsi. Durante questo periodo Treadwell riprendeva le sue giornate quotidiane semi-solitarie in strettissima vicinanza degli orsi e degli altri animali selvatici del parco naturale. Il noto regista Wernez Herzog, commissionato da Discovery Channel, realizzò un documentario molto dettagliato, sulla vita di Treadwell e sul tragico evento che ne decretò la morte, sua e della compagna.

 

15) FACING REALITY (2010) di Brian Gibson (review + doc completo)


Direttamente dai sotterranei più malsani ed oscuri del WWW ecco uno shockumentary/collage terrificante ed agghiacciante, con scene raccapriccianti che sembrano sputate fuori del peggiore degli inferi. Purtroppo nessuna fantasia dantesca ma solo sequenze reali ed abominevoli tra le peggiori catturate nel cyberspazio più estremo, raccolte in un unico video antologico della morte e che mostrano esecuzioni, omicidi ed incidenti stradali mortali con devastazioni corporee impossibili da dimenticare

 

14) SICK: The Life and Death of Bob Flanagan, Supermasochist (1997) di Kirby Dick (review)

Un ritratto personale ad opera del regista Kirby Dick sugli ultimi anni di vita di Bob Flanagan, morto all’età di 43 anni per fibrosi cistica. Bob, punto di riferimento nel mondo sadomaso, ha fatto del BDSM più estremo una vera filosofia di vita. Flanagan, quando si è reso conto che non c’era più nulla da fare contro questa malattia incurabile, di comune accordo con il regista Dick, ha deciso di farsi riprendere fino alla sua morte

 

13) JUST, MELVIN: JUST EVIL (2000) di James Ronald Whitney (review + doc completo)

Documentario crudo, inquietante e maledettamente reale su una storia ultra decennale di abusi e molestie sessuali a figli, figliastri (minorenni) e mogli ad opera di un diavolo travestito da uomo, tale Melvin Just. Crudo perché mostra, attraverso numerose interviste, il male assoluto all’interno di una famiglia allargata devastata e disastrata. Inquietante perché nessuno è riuscito a fermare il diavolo nelle sue atroci azioni. Reale perché alla regia del documentario vi troviamo una delle vittime degli abusi ad opera del succitato diavolo, il nipote James Whitney.

 

12) INTO THE ABYSS: A Tale of Death, a Tale of Life (2011) di Werner Herzog (review + doc completo)


Il documentario di Herzog racconta, in maniera molto dettagliata, il caso di triplice omicidio avvenuto in Conroe,Texas, dove un’infermiera di 50 anni e due giovani ragazzi furono barbaramente uccisi. Accusati dell’omicidio due ragazzi, Michael Perry e Jason Burkett….

 

11) CAPTURING THE FRIEDMANS del 2003 di Andrew Jarecki (review + doc completo)


Un documentario molto dettagliato che mette in evidenza la storia di una famiglia americana anni ’80 della classe media che è lacerata quando il padre Arnold, brillante insegnante di pianoforte ed informatica, e suo figlio Jesse sono accusati di aver abusato sessualmente di numerosi bambini…..

 

10) MOST DISTURBED PERSON ON PLANET EARTH 1&2 (2014) di Thomas Cinema (review)


Entriamo nella top ten di questa classifica con un doppio collage del WWW più estremo, disgustante e rivoltante mai realizzato. Sequenze shock, con decapitazioni e omicidi brutali, si alternano a ad altre disgustose, dove merda, vomito, urina, sperma rappresentano l’alimentazione migliore per decine di disturbati mentali. Visione sconsigliata ai più e destinata solo a stomaci foderati di calcestruzzo!
9) MOMMY DEAD AND DEAREST (2017) di Erin Lee Carr (review + doc completo)

Il documentario si apre con la morte di Dee Dee, madre della ragazza Gypsey Rose, la quale è sin da subito la principale indiziata assieme al suo fidanzato (quest’ultimo conosciuto online). Un caso, seppur brutale, di omicidio che svelerà segreti e retroscena inimmaginabili e sconvolgenti della vita privata di Gypsey e della madre, gettando un’ombra agghiacciante sul loro passato…..

 

8) OROZCO EL EMBALSAMADOR (2001) di Kiyotaka Tsurisaki (review + doc completo)

Documentario principe della tassidermia umana del 2001, realizzato seguendo le gesta di Froilan Orozco, veterano del mestiere ed uomo roccioso e temprato da un luogo dove la morte è di casa, la Colombia più violenta……

 

7) DELIVER US FROM EVIL (2006) di Amy Berg (review)

DELIVER US FROM EVIL è una vera mazzata allo stomaco che fa stringere i pugni dalla rabbia e fa bestemmiare di brutto. Il documentario racconta la storia di Oliver O’Grady, prete cattolico auto dichiaratosi pedofilo. Nel suo operato, in California, ha abusato di decine di bambini tra la fine degli anni settanta e l’inizio degli anni novanta. Dopo essere stato condannato a sette anni di prigione per i suoi crimini, padre O’Grady, quando è uscito di prigione, è stato strasferito dalla amata Chiesa cattolica in Irlanda.

 

6) AFRICA ADDIO (1966) di Gualtiero Jacopetti & Franco Prosperi (review + doc completo)

Mondo-movie oramai storico che segue il doloroso passaggio di consegne da parte dei paesi colonizzatori, che per secoli hanno usufruito delle immense ricchezze del continente nero, avviene in maniera dolorosa, mostrando il brutale e selvaggio sistema ad opera dei neonati governi africani, dove i conflitti tra varie tribù ed etnie prenderà il sopravvento, scivolando in guerre sanguinarie e genocidi poco citati nei libri di scuola…..

 

5) TOWER (2016) di Keith Maitland (review + doc completo)


Documentario emozionante e spettacolare che narra gli eventi, alternando l’animazione a sequenze viseo originale, della strage avvenuta ad Austin (Texas) il 1* Agosto 1966 per mano dell’ex marine Charles Whitman. Il documentario di Maitland si concentra su alcune vittime, studenti ed un giornalista che hanno vissuto quei tragici momenti.

 

4) THE DYING ROOMS (1995) di Kate Blewett & Brian Woods (review + doc completo)


In prossimità del podio di questa inquietante classifica ecco un documentario crudo ed agghiacciante di metà anni ’90, ad opera di due coraggiosi registi americani e che mette in luce uno dei drammi più oscurati e maledetti dell’epoca recente, il genocidio silenzioso negli orfanotrofi cinesi…….

 

3) DEAR ZACHARY: A Letter to a Son About His Father (2008) di Kurt Kuenne (review + doc completo)


Ecco sul podio uno dei documentari più disturbanti ed inquietanti in assoluto!  Nel 2001, Andrew Bagby, un medico americano, viene ucciso non molto tempo dopo la rottura con la sua ragazza canadese, Shirley. Poco dopo, quando lei annuncia che è incinta, uno dei tanti amici di Andrea, Kurt Kuenne, inizia questo film, un dono per Zachary, il bambino di Andrew. Protagonisti assoluti del documentario diventeranno di nonni di Zachary, decisi ad ottenere giustizia….

 

2) MEA MAXIMA CULPA: Silence in the House of God (2012) di Alex Gibney (review + doc completo)

Un documento video, molto shock, sulle vittime di abusi ad opera di preti pedofili in tutto il mondo. Il documentario, pur analizzando il problema a 360°, inizia dal primo caso eclatante venuto alla ribalta dei mass media, quello di padre Lawrence Murphy, che per oltre vent’anni (’50 e ’60) ha abusato dei ragazzi presso la St John’s School, istituto per ragazzi sordomuti, a Milwaukee (US). Devastante!!!

 

1) GERMAN CONCENTRATION CAMPS FACTUAL SURVEY (2017) di Sidney Bernstein & Toby Haggith (review + doc completo)

Al primo posto di questa top 20 ecco il documentario più estremo ed inquietante di sempre. Dopo oltre 70 anni hanno visto la luce, in formato video eccellente e rimasterizzato, i filmati originali del leggendario documentario “MEMORY OF THE CAMPS”. Un’opera senza compromessi, propaganda o sensazionalismi inutili, ma un doveroso ed onesto riconoscimento alla storia ed alle decine di cineasti degli alleati e sovietici che hanno registrato per primi le atrocità innegabili dei campi di concentramento nazisti. Il documentario definitivo sull’olocausto più terribile, in termini numerici, della storia dell’umanità, mostrato in tutto il suo orrore disumano. Sconsigliato ai deboli di cuore, in quanto le riprese mostruose sono terribilmente disturbanti e da far tremare i polsi!

 

H.E

 

Lascia un commento

*